Compressione pronunciata, Ciaslat selettiva

La Saslong è ormai pronta per le due gare. Rispetto allo scorso anno il passaggio alla curva del Ciaslat potrebbe rivelarsi più insidioso.
Grazie alla neve caduta e all'abbassamento delle temperature dei giorni scorsi il comitato organizzatore delle gare in val Gardena è riuscito a preparare la pista a tempo di record. "La Saslong è in condizioni ottimali - sottolinea il direttore di gara Rainer Senoner - e la compressione è particolarmente pronunciata. La curva del Ciaslat potrebbe rivelarsi più insidiosa rispetto agli altri anni e, naturalmente, anche le gobbe del cammello saranno fra i passaggi chiave della gara".
Anche qualora le temperature dovessero diventare più miti, come indicanole previsioni meteo, non ci saranno ripercussioni di rilievo per la pista.