Cuche senza rivali anche oggi

L’elvetico Didier Cuche ha ottenuto il miglior tempo anche nella seconda sessione delle prove cronometrate

Lo sciatore svizzero ha confermato oggi una volta di più di gradire in modo particolare la pista gardenese. Avendo realizzato per il secondo giorno consecutivo il miglior tempo nelle prove cronometrate della discesa libera sembra ormai pronto per conquistare il primo podio della sua carriera sulla Saslong. “In questo momento – sottolinea Cuche – le cose per me stanno girando bene, ma non ci si può lasciar andare ai facili trionfalismi perché i primi della classe sono davvero vicinissimi. Basti pensare che i migliori sei della classifica odierna sono racchiusi in soli 39 centesimi di secondo.  E sabato sono convinto che sarà la stessa cosa”. .Il campione elvetico è fiducioso anche per il supergigante di domani. “Negli Stati Uniti ho avuto un buon riscontro anche in Super-G  e quindi spero di continuare su questa strada anche in val Gardena”.
Cuche si è aggiudicato la seconda sessione delle prove cronometrate con un tempo di 1.57.09. Alle sue spalle è giunto il connazionale Ambrosi Hoffmann, che ha accusato un ritardo di 11 centesimi. A seguire si sono classificati Antoine Deneriaz (+0,21), Marco Buechel (+0,33), Michael Walchhofer (+0,34) e Hermann Maier (+0,39). Il miglior italiano nella sessione odierna di prove cronometrate è risultato Kurt Sulzenbacher, tredicesimo.
Tutti gli atleti si sono detti concordi sul fatto che la pista, oggi, fosse decisamente più selettiva. In particolare l’ingresso al Ciaslat si è rivelato particolarmente insidioso, al punto che per molti è stato difficile “tenere” la linea ideale. Questo è il pensiero a riguardo di Marco Buechel, vincitore dello scorso anno sulla leggendaria Saslong. “Quando si accede al curvone del Ciaslat è un po’ come affrontare, a 100 Km orari, un tratto pieno di gobbe”.