De Chiesa: “Walchhofer in pole, attenti a Sulzi”

Paolo De Chiesa,  da ex campione dei pali stretti a telecronista di successo. Commenterà la due giorni di Coppa del Mondo in diretta sulle reti Rai assieme a Carlo Gobbo.
Fra i telecronisti italiani è considerato, non a torto, il migliore. Ha alle spalle una lunga carriera da atleta, con una serie impressionante di piazzamenti sul podio nello slalom speciale. Un tempo “dribblava” i pali, mentre oggi preferisce andare direttamente al nocciolo delle questioni. “La Saslong è una pista dal grande fascino, sulla quale i migliori sanno fare la differenza. Walchhofer gode dei favori del pronostico, soprattutto per la libera di sabato, mentre mi aspetto una grande gara di Bode Miller nel SuperG. Potrebbe essere l’occasione buona per Sulzenbacher, che merita un piazzamento sul podio. Confesso: farò il tifo per Sulzi”.
De Chiesa fa il punto anche sugli altri atleti da podio: “Nyman è migliorato tantissimo, Sullivan potenzialmente è pericoloso, mentre Cuche ha il dna del campione. Seguirò con attenzione anche le prove di Guay e Hudec. Gli italiani? Mi aspetto un piazzamento di tutto rispetto da Staudacher, mentre Fill è ancora troppo discontinuo e deve fare attenzione a non esagerare con i carichi di lavoro. Farebbe bene a concentrarsi su discesa, superG e gigante. Il rischio, altrimenti, è quello di sacrificare i risultati sull’altare della polivalenza. Anche a Moelgg, altro atleta di talento, ho consigliato di non strafare: nel recente passato ha avuto qualche problemino alla schiena, quindi è meglio che  si limiti a gareggiare in slalom e gigante, discipline nelle quali sulla carta è un vincente. Fra le promesse del team azzurro ho una particolare predilezione per Innerhofer e Heel. L’Alto Adige si conferma una volta di più una fucina di talenti”.
Parola di Paolo De Chiesa.